Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Approfondisci"

Profilo del Professor Giacinto Auriti: l'uomo che rivoluzionò il sistema monetario, economico, giuridico, tributario, previdenziale.

Decennale dalla scomparsa del Prof. Auriti 11 agosto 2006 / 11 agosto 2016 
 
di Antonio Pimpini 
 
A 10 anni dalla morte del grande Professore      
 
Guardiagrele (Ch)  – di Antonio Pimpini / Scuola Giacinto Auriti – Il decorso del tempo non lenisce, in chi conobbe Giacinto Auriti, la grande perdita ma rende sempre più attuali le sue idee. Infatti, normalmente, quando si ricordano personaggi famosi, l’importanza è contestualizzata al momento in cui erano in vita e, soprattutto, l’apprezzamento è relativo ad un fatto di particolare rilievo verificatosi durante la loro esistenza ma, ormai, passato e superato. Con il prof. Auriti invece è l’esatto contrario, non certo perché le sue idee non si sono ancora attualizzate, ma perché le questioni che affliggono il nostro tempo costituiscono la prova continua e la dimostrazione della verità dei suoi studi. Come dire: una teoria che il tempo, giorno dopo giorno, rende sempre più vera. La scoperta scientifico giuridica di Auriti della proprietà popolare della moneta è, al di là ed a prescindere da ogni scelta culturale e politica, la panacea di tutti i mali, con particolare riferimento al devastante ed inesistente debito che contamina e condiziona ogni espressione di vita umana. Se la moneta fosse dichiarata, all’atto dell’emissione e a titolo originario, di proprietà dei cittadini, la truffa del debito pubblico non potrebbe essere perpetrata, così come non avrebbe ragion d'essere la questione della sostenibilità e della sufficienza delle risorse per finanziare il sistema previdenziale e pensionistico che spaventa le future generazioni. Lo stesso discorso vale per gli ammortizzatori sociali la cui copertura finanziaria pare impossibile, a sentire la vulgata della classe politica,  ma anche il finanziamento delle famiglie e delle imprese con il riconoscimento del diritto di proprietà della moneta in favore dei cittadini sarebbero finalmente risolti senza dover fare ricorso all’iniqua ed illecita pressione fiscale che si è trasformata in una politica di rastrellamento senza corrispettivo di moneta nel corpo sociale già dilaniato dalla truffa e dal debito inesistente. Se fosse attuata anche le reazioni patologiche della classe dirigente, culminanti nella corruzione, quale forma di errata reazione alla consapevolezza acquisita della funzione di camerieri dei banchieri, sarebbero, se non eliminate nell’interezza, notevolmente ridotte.

Missione del sito

La missione del portale SIMEC.ORG è di diffondere al grande pubblico la scoperta del VALORE INDOTTO della MONETA teorizzata e formalizzata dall'emerito Professore Giacinto Auriti nei propri scritti e nell' esperimento del SIMEC.

Conformemente allo spirito e alla volontà del Professore, questo sito mette a disposizione gratuitamente, a chiunque ne voglia fruire, gli scritti del Professore Giacinto Auriti, le interviste e i commenti relativi a fatti risalenti principalmente all'epoca della circolazione del SIMEC, ma nonostante ciò ancora attuali, dal momento che tali problemi non sono mai stati ancora affrontati nell'ottica della concezione della MONETA PROPRIETA' del PORTATORE, a nostro parere, l'unico strumento capace non solo di risolverli ma anche di permettere di far vivere tutti in modo decoroso, oggi invece molti uomini, a causa dalla moneta-debito vivono in modo indegno.

Moneta al Popolo

NOI SIAMO PER LA PROPRIETÀ POPOLARE DELLA MONETA..
Riprendiamoci la proprietà dei nostri soldi
OGGI la NOSTRA MONETA nasce di PROPRIETA’ della banca che la emette prestandocela
 

Noi vogliamo che nasca di PROPRIETA’ dei CITTADINI e che sia ACCREDITATA ad ognuno come "REDDITO DI CITTADINANZA" 

Per scrivere questa frase che è valida per tutte le monete in circolazione sono occorsi 36 anni di studi universitari ( tesi di laurea, convegni ecc.) presso l'ateneo di giurisprudenza di Teramo e "La Sapienza" di Roma. 

Benvenuti

Riprendiamoci la proprietà dei nostri soldi.

OGGI la NOSTRA MONETA nasce di PROPRIETA’ della banca che la emette prestandocela. Noi vogliamo che nasca di PROPRIETA’ dei CITTADINI e che sia ACCREDITATA ad ognuno come "REDDITO DI CITTADINANZA".

Per scrivere questa frase che è valida per tutte le monete in circolazione sono occorsi 36 anni di studi universitari ( tesi di laurea, convegni ecc.) presso l'ateneo di giurisprudenza di Teramo e "La Sapienza" di Roma.

Poiché democrazia significa sovranità politica popolare, il popolo deve avere anche la sovranità monetaria che di quella politica è parte costitutiva ed essenziale in un sistema di democrazia vera o integrale in cui la moneta va dichiarata, a titolo originario, di proprietà dei cittadini sin dal momento della sua emissione.  

Giacinto Auriti.

ALCUNI FILE AUDIO IMPORTANTI

Se hai conosciuto personalmente Giacinto Auriti

...leggi quanto segue:

la funzione del sito simec.org é quella di diffondere al grande pubblico la scoperta del Valore Indotto della Moneta, teorizzata e formalizzata dal Professore Giacinto Auriti.
Conformemente allo spirito e alla volontà del Professore, questo sito mette a disposizione gratuitamente gli scritti e i video  più rappresentativi.

Mighty Free Joomla Templates by MightyJoomla